Tu sei qui:
Vota questo articolo
(2 Voti)

Conoscere l'Ansia 

UN’INTERPRETAZIONE COGNITIVA DELL’ATTACCO DI PANICO - Dott.ssa Marialuisa Marullo Psicologa – socio SITCC (Società Italiana di Terapia Cognitivo Comportamentale)-  Consulente esterno LIDAP (Lega Italiana Disturbo Attacchi di Panico))

I disturbi d’ansia rientrano, probabilmente, tra i disturbi più comuni e frequenti riscontrati al giorno d’oggi. Il National Comorbidity Study ha riportato che un individuo su quattro soddisfa i criteri per almeno un disturbo d’ansia, e che le donne presentano una probabilità maggiore di avere un disturbo d’ansia rispetto agli uomini.

Vota questo articolo
(2 Voti)

Conoscere l'Ansia 

L’ansia in corpo: le manifestazioni psicosomatiche dell’ansia.
Il sistema neuro-endocrino. - Dr.ssa Sara Finocchiaro - Medico – specialista in endocrinologia e malattie metaboliche

Nel rapporto fiduciario tra medico e paziente, spesso è quest’ultimo a rappresentare la parte più debole, soprattutto quando stati di stress, ansia o turbe emotive lo rendono particolarmente vulnerabile. In tali situazioni spesso il medico rappresenta una valvola di sfogo e non sempre, purtroppo, il tempo o le risorse disponibili permettono di potersi dedicare a ogni singolo paziente nella maniera  più corretta. Questo induce a fare degli errori diagnostici o terapeutici importanti.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Conoscere l'Ansia 

L’importanza della diagnosi precoce dell’Attacco di Panico - Sebastiano Gelsomino - Psicologo - Membro del Comitato Scientifico Nazionale Lidap

A tutti noi è capitato di provare sensazioni intense di paura e minaccia di fronte ai numerosi problemi di lavoro, familiari, economici ecc., ma un Attacco di Panico ha caratteristiche tali da differenziarlo in modo netto dalle nostre esperienze quotidiane. Infatti, nella maggior parte dei casi il soggetto sperimenta l'Attacco di Panico in assenza di un reale e attuale pericolo o minaccia. La persona può quindi vivere una forte condizione di disagio, che si manifesta come paura incontrollabile e imprevedibile, in contesti abitualmente vissuti come “normali”.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Conoscere l'Ansia 

Adolescenti - Dott.ssa Rosaria Gullo
Psicologa Clinica -Psicoterapeuta e Consulente Scolastica, Consulente Lidap (esperta in problematiche alcol-correlate e abusi sessuali sui minori- mediazione penale minorile e per adulti – psicologia della coppia)


Basta guardarci un po’ intorno e ci accorgiamo che viviamo in un periodo storico in cui molte certezze barcollano; si cercano nuovi valori perchè i principi di base cambiano da una generazione all’altra; i mass-media ci bombardano di notizie “globalizzate” che ci fanno accapponare  la pelle: guerra, violenza dentro le mura di casa, difficoltà economiche “della terza settimana”, morte …..
Come adulti facciamo fatica a trovare e mantenere un equilibrio. Ma se a volte è così difficile per noi affrontare la quotidianità e le aspettative spesso “ridimensionate” nei confronti del futuro, come può stare un ADOLESCENTE?

Vota questo articolo
(2 Voti)

Conoscere l'Ansia 

Panico: quando la paura va sfidata - Dott.ssa Silvia Giolitto - psicologa - psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

Palpitazioni, tremori, difficoltà a respirare, paura di morire, di perdere completamente il controllo, molte persone che soffrono di attacco di panico raccontano che durante il primo attacco erano convinti di stare per morire o di impazzire. Solitamente il primo attacco avviene all’improvviso, senza apparenti motivi, come “un fulmine a ciel sereno”. Ma ad un’indagine più approfondita possono emergere problemi pregressi legati a difficoltà nel lavoro, o cambiamenti rilevanti di vita, in famiglia, vari elementi che rivelano come la persona vivesse in una situazione di stress prolungato senza magari esserne del tutto consapevole.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Conoscere l'Ansia 

IL DISTURBO OSSESSIVO COMPULSIVO: UN DISTURBO D’ANSIA ALTAMENTE INVALIDANTE - Dott.ssa  Marialuisa Marullo Psicologa
“ … Avrò messo l’allarme alla macchina? ” certamente conosciamo tutti la tipica situazione di una persona che, appena allontanatasi dall’ automobile, inizia a domandarsi se ha messo o meno l’allarme alla vettura e, pur sapendo di averlo fatto, per esserne sicura torna indietro a controllare; come sarà capitato ad ognuno di noi, almeno una volta nella vita, di essere ospiti dell’amica “fissata” con la pulizia della casa; o ci sarà accaduto di incontrare lo studente universitario che “deve per forza” indossare la sua maglia portafortuna quando si reca a sostenere esami all’università. Tutte queste ed altre  abitudini, per quanto possano apparire a volte rigide, eccessive o stravaganti, possono semplicemente essere viste come consuetudini abituali. Nel momento in cui, però, tali “abitudini” gradevoli e rassicuranti si trasformano in qualcosa che pregiudica la vita dell’individuo, si parla di Disturbo Ossessivo – Compulsivo (DOC).

Pagina 1 di 5