Vorrei trovare il bandolo della matassa - "Se mi immagino in una macchina del tempo che mi riporta nelle situazioni in cui ho scoperto di vivere un disturbo da ansia e panico, riesco a riconoscere quali emozioni e quali sensazioni ho provato durante questa presa di coscienza?"- Una Socia LIDAP scrive - Guglielmo D'Allocco (Psicologo, Psicoterapeuta, Presidente cooperativa TAM -TieniAMente e consulente LIDAP) risponde

di Roberto PozzettiAnni di condivisione della propria quotidianità, momenti passionali di intimità, due vite costruite insieme, uno a fianco all’altra, nell’ambito di un progetto esistenziale ad ampio respiro. Tutto questo si dissolve nel momento della separazione.

di Lorenzo Flori - Nel corso dei secoli la religione, la letteratura, la filosofia, l’arte hanno cercato di dare una risposta all’interrogativo che l’uomo si è posto fin dall’origine dei tempi: che cos’è la felicità e come si può essere felici.

Mobbing - di Mario Meucci

Stai avendo problemi in ambito lavorativo e/o scolastico, a causa del D.A.P. o del MOBBING" ? Ti invitiamo a contattarci anche per consigli molto pratici e specifici.

Intervista del giornalista freelance G.M. a Nicola GhezzaniColoro che soffrono di ansia, di attacchi di panico o di agorafobia, di solito, trovano persone disposte a prendersi cura di loro (partners, genitori) ed a sacrificar loro gran parte della propria vita: disponibili a rinunciare ai week-end in montagna, se il partner o figlio/a non sopporta le gallerie, il cinema, se non riesce a stare in luoghi chiusi bui, alle relazioni sociali, se l'altro/a non se la sente di uscire a cena.

di Giuseppe Ciardiello - Capita sempre più spesso di leggere articoli e testi che si occupano di panico e dei suoi aspetti fobici. Finalmente il DAP è entrato nella categoria delle disfunzioni e dei disturbi considerati "veri" e le persone che ne soffrono non devono più temere di essere accusati di simulazione.

di Olimpia Degni - Il termine stress (dall’inglese: "sforzo") in origine impiegato in ingegneria per indicare la tensione e lo sforzo cui è sottoposto un materiale rigido in condizioni di sollecitazione, fu usato, nel 1936, dal fisiologo ungherese H. Selye quando osservò la reazione organica presentata da alcuni animali in seguito alla somministrazione di alcune sostanze stressogene.

di Roberto Todella - Quando la sessualità non si esprime come vorremmo o non è più come un tempo, quanto può dipendere dalla terapia farmacologica che stiamo assumendo per un disturbo d'ansia?

Area riservata