Tu sei qui:

Seminario a Parma maggio 2015

Vota questo articolo
(1 Vota)
Noi siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni”. Perché io no?
28 maggio (II incontro), ore 20.30 | Avis provinciale Parma - via Mori, 5/A - San Pancrazio - Parma
Relatrici: Amalia Prunotto, Stefania Salti
e con Paolo Migone e Marta Viappiani 
 
 
"Il sogno non si occupa mai di inezie; non permettiamo alle quisquilie di disturbarci nel sonno. 
I sogni apparentemente innocenti si rivelano maliziosi, quando ci si sforza di interpretarli." 
(Sigmund Freud)
 
 
"Or che i sogni e le speranze si fan veri come fiori, sulla Luna e sulla Terra fate largo ai sognatori!"
(Gianni Rodari)
 
Durante la seconda serata di lavoro sul “sogno” i relatori (Stefania Salti, psicoterapeuta ad indirizzo adleriano, Marta Viappiani, psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo comportamentale e Amalia Prunotto, psicoterapeuta ad indirizzo psicoanalitico, insieme a Paolo Migone, ricercatore e condirettore della rivista  Psicoterapia e Scienze Umane (www.psicoterapiaescienzeumane.it)offriranno al pubblico la possibilità di vedere trattato il sogno da punti di vista diversi, ma altamente integrabili tra loro. Che significato hanno i sogni? A cosa servono? Vogliono indicarci qualcosa? Come li possiamo “interpretare”? Sogni e realtà: come rendere la realtà il mio sogno realizzato? E come posso venire a capo della delusione dei miei sogni non avveratisi? Ma è giusto e possibile realizzare i propri sogni? L’incontro sarà strutturato in modo tale da coinvolgere direttamente il pubblico, facendo sperimentare ai partecipanti (ove possibile) i protocolli e le tecniche terapeutiche utilizzate nello studio psicologico dell’interpretazione dei sogni (sogni intesi anche come desideri e progetti da realizzare) e la sua utilità nel produrre cambiamenti terapeutici.
Info e Prenotazioni: 338.2795278,  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  | 339.4380570,  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Letto 1594 volte