Esiste un amore felice?

PAN la rivista Lidap
Typography

Anni di condivisione della propria quotidianità, momenti passionali di intimità, due vite costruite insieme, uno a fianco all’altra, nell’ambito di un progetto esistenziale ad ampio respiro. Tutto questo si dissolve nel momento della separazione. Un amore svanito, un desiderio affievolito, uno slancio erotico spento, portano presto o tardi alla conclusione del rapporto di coppia. Tutta questa vicenda viene accompagnata da quell’affetto fondamentale per l’essere umano che è l’angoscia, da crisi di pianto, da crisi di panico, da una molteplicità di disturbi situati nel corpo ma di chiara origine psicologica: lo stomaco che si chiude tanto da rifiutare il cibo, l’intestino che si infiamma, l’oppressione toracica quale segno inconfondibile dell’ansia, la spossatezza che assale la gambe tanto che muoversi, spostarsi, camminare da banale attività diviene un compito difficile e gravoso. 

Esiste, dunque, un amore felice? Se lo chiedeva anche il filosofo Kierkegaard domandandosi se l'amore felice fosse quello basato sul ricordo del tempo che fu oppure quella della ripresa, della ripetizione di quella dinamica per cui una donna viene lasciata e poi ripresa.

Se vi è un amore resistente al tempo, al deperimento, alle intemperie, è più probabile che questo sia l'amore genitori-figli anzichè l'amore in una coppia. L'amore genitori-figli spesso sopravvive e permane tanto sul versante dell'amore parentale per i propri figli quanto sul versante della tenerezza filiale verso i propri genitori. Il legame genitori-figli non è un amore puro, mai macchiato dalla benchè minima aggressività, inscalfibile da parte di qualunque causa e agente; tuttavia, pur se ovviamente infilitrato dall'ambivalenza, questa forma dell'amore può rimanere immutata oppure restare carsica e risalire in auge poco prima del termine di un'esistenza, fino al capezzale. Si tratta di un amore che rimane anche oltre la morte, lasciando un ricordo, un insegnamento, da trasmettere alle generazioni future. 

Roberto Pozzetti Psicologo, Psicoterapeuta e Consulente Lidap

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS